CERCA:

E-commerce Sicuro

 

Dopo 2 anni di lavoro abbiamo redatto un documento in sinergia con la Polizia Postale (www.poliziadistato.it) che ci fa chiarezza sui siti ritenuti 'Sicuri ' e ci permette di seguire alcune regole fondamentali per capire la professionalità di un sito.

Queste informazioni non hanno la presunzione di levarci tutti i dubbi e neppure la certezza di comprendere in assoluto i siti che ci inducono all'acquisto in modo fraudolento e assolutamente poco serio. Il nostro obiettivo è di condividere con i nostri utenti ed acquirenti il maggiore numero di informazioni possibile in modo di informare e, soprattutto, formare chi si accinge ad acquistare OnLine.

Se vi siete accorti di essere stati truffati andate immediatamente sul sito
https://www.denunceviaweb.poliziadistato.it
troverete tutte le informazioni su cosa fare.

Premessa:

  • Ricercare più informazioni sul prodotto che intendete acquistare (ricordatevi di diffidare SEMPRE di prezzi troppo BASSI rispetto a quanto offre il mercato) e sul venditore che vi propone il prodotto( uno strumento assolutamente efficacie è il motori di ricerca per verificare dati, indirizzi, nr. di telefono ecc ovvero segnalazioni di comportamenti scorretti);
  • Verificare le modalità di pagamento che il venditore offre, diffidando da chi propone ESCLUSIVAMENTE forme di ricarica di carte di pagamento;
  • Verificare con attenzione con quali modalità, eventualmente, viene previsto il reso della merce in caso di rotture oppure non omegeneità
  • Fondamentale è tenere sempre attivo (e aggiornato) antivirus e un firewall;
  • Verificare con regolarità l’estratto conto dei vari strumenti di pagamento posseduti (conto corrente on-line, carte di credito ecc.)

NELLO SPECIFICO:

1. Conoscere il venditore

Dovrete SEMPRE sapere chi è il venditore, se in home page c'è la partita iva e la ragione sociale (è obbligatorio) e in che modo si possa raggiungerlo per esempio tramite e-mail, se ha una sede fisica, prendete sempre nota dell'indirizzo o del telefono, per poterlo contattare in qualsiasi momento.
Diffidate: se il sito presenta alcune incongruenze tipo troppi numeri di telefono, e.mail che non rimandano al dominio del sito, solo telefono cellulari oppure non ha un luogo fisico dove poterlo rintracciare.

2. Assicuratevi di sapere cosa state comprando
Controllate quello che state comprando, osservare bene le fotografie, l'elenco dei contenuti, le misure e la scheda tecnica o qualunque altra informazione fornita dal venditore. Controllate se avete capito bene come funziona il prodotto o il servizio. Se non siete sicuri chiedete ulteriori informazioni. Prima di effettuare l'acquisto confermate di avere ben capito le caratteristiche del prodotto che comprate. Leggete le condizioni di vendita.

3. Controllate il prezzo
Il prezzo DEVE essere indicato chiaramente, ma controllate se esistono altri costi, alle tasse, all'assicurazione, all'imballaggio o alla spedizione. Controllate l'entità delle spese di spedizione in caso di restituzione e se saranno a vostro carico.

4. Attenzione al modo di pagamento
Controllate SEMPRE le possibilità di pagamento che avete. Anche nell'ambito della zona euro effettuare un pagamento bancario transfrontaliero puo' rivelarsi costoso. Le carte di credito sono un mezzo di pagamento meno costoso, ma attenzione a chi date i dati relativi alla vostra carta di credito su internet. Controllate sempre di essere su un sito sicuro quando date i dettagli della vostra carta on-line (controllate se c'è il simbolo lucchetto nel vostro browser). Confermate sempre l'ordine prima di pagare.

5. Controllate le date di consegna e i costi in caso di annullamento
Ricordate che le merci inviate da un altro Stato membro possono aver bisogno di un termine di consegna più lungo. Controllate con il venditore quanto tempo ci vorrà per la consegna e stabilite una data precisa.

6. C'è una garanzia?
Controllate se l'acquisto prevede una garanzia o un servizio ai clienti. Controllate in che cosa consiste e per quanto tempo sono valide. Secondo le norme comunitarie avete almeno due anni per eventualmente segnalare difetti di fabbricazione presenti al momento dell'acquisto del prodotto.

7. Tenete tutta la documentazione
Conservate tutte le ricevute o qualunque altro documento che vi viene dato al momento dell'acquisto. Stampate o fate una copia dell'ordine quando comprate on-line o tramite posta. Conservate le copie di qualunque tipo di corrispondenza che ha avuto luogo tra voi e il venditore e prendete nota dei numeri di riferimento che vi vengono dati. Questi documenti possono essere utili se sorge un problema.

PER FINIRE..
attenzione se qualcosa è troppo bello per essere vero si tratta probabilmente di una truffa!

DIRITTI DEI CONSUMATORI

I diritti del consumatore nell'UE - Informazioni di base

  1. Esistono dei diritti di base che tutti i consumatori hanno all'interno dell'UE se effettuano degli acquisti transfrontalieri. Questi diritti derivano dalle direttive dell'UE che in alcuni casi permettono agli Stati membri di introdurre norme ancora più severe per quanto riguarda i diritti dei consumatori. Ad esempio:
  2. Un venditore deve sempre dare le sue generalità oltre che i dettagli per quanto riguarda il modo di prendere contatto (indirizzo postale, indirizzo e-mail, ecc.) e dichiarare in modo inequivocabile lo scopo commerciale dell'attività.
  3. Il prezzo di vendita e, se necessario, il prezzo per unità, devono essere chiaramente forniti.
  4. Il consumatore deve essere informato per iscritto o per e-mail in che modo puo' annullare l'ordine.
  5. Il consumatore ha diritto ad un periodo di almeno sette giorni lavorativi per cambiare idea per qualunque ragione. Una volta informato il venditore per iscritto o per e-mail che l'ordine è annullato, il venditore deve rimborsare il consumatore.
  6. Il consumatore può riferire e denunciare qualunque clausola abusiva prevista nel contratto o nella pubblicità.
  7. I prodotti acquistati nell'UE devono essere sicuri.
  8. Se un prodotto acquistato nell'UE si rivela difettoso e causa danni al consumatore, quest'ultimo deve poter essere risarcito.
  9. Un consumatore ha almeno due anni dal momento in cui ha acquistato un prodotto per far rilevare un difetto. Se tale difetto si rivela nei primi sei mesi, il venditore deve provare che il prodotto era in buone condizioni al momento della vendita.
  10. I dati personali possono essere utilizzati solo dietro consenso del consumatore.
  11. Se un consumatore ha un problema per quanto riguarda un acquisto transfrontaliero, puo' chiedere consiglio e assistenza al Centro europeo dei consumatori.
  12. Inoltre il consumatore puo' chiedere consiglio attraverso gli esistenti sistemi alternativi extragiudiziali (ADR) di risoluzione delle vertenze attraverso la rete europea extragiudiziale (EEJ-Net).

CURIOSITA'

Nel 2008 arrestate in Italia 80 persone per frode online

  1. Il commissariato di polizia offre consigli per navigare in sicurezza ma anche la possibilità di denunciare le truffe commesse nel mondo virtuale, ma molto reali. Dal 15 febbraio 2006 al 30 settembre 2009 sono state oltre 52 mila le richieste di informazioni arrivate al commissariato, quasi 29.500 le segnalazioni di truffe - dal phishing all'hacking - e 13.230 le denunce, la maggior parte proprio da parte di utenti di siti di e-commerce.
  2. Lo stesso eBay ha rimosso dal sito oltre 2 milioni di inserzioni sospendendo 5 mila utenti e permettendo alle forze dell'ordine di arrestare 518 persone in tutto il mondo. Alla polizia postale solo nel 2008 sono state denunciate più di 9mila persone, 80 delle quali sono state arrestate per frode online.

Polizia postale e eBay insieme per compravendite sicure

  1. La collaborazione tra polizia postale e e-bay dura da anni eBay è ormai un compagno di viaggio. Abbiamo capito che ciascuno di noi, nel suo piccolo, può fare qualcosa per contribuire a migliorare la società". I contenuti di questa campagna di sensibilizzazione, basata su quattro parole che insieme formano l'acronimo "Safe" (sicuro in inglese), sono stati sviluppati proprio in collaborazione tra eBay e polizia postale.

Informazione copywriter: Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Corpo dei Carabinieri, www.i-dome.it, FederConsumatori e Banca Sella.